Registrati al webinar

Programma Scientifico

19.00 L’inizio della terapia e la titolazione della levotiroxina
Medea Gerardo
19.10 Il target del TSH nelle diverse situazioni cliniche e il follow-up del paziente con ipotiroidismo
Carlo Cappelli
19.30 Strategie di trattamento per favorire la massima efficacia terapeutica della levotiroxina
Italo Paolini
19.40 Ipotiroidismo e consulto con lo specialista quando e perché
Daiana Taddeo
19.50 Pandemia COVID19 e Raccomandazioni /consigli operativi circa la nuova composizioni componenti della levotiroxina
Carlo Cappelli

Obiettivo complessivo

Fornire ai MMG tutte le conoscenze e competenze necessarie per una gestione ottimale della terapia sostitutiva con levotiroxina nei pazienti con ipotiroidismo e le raccomandazioni da osservare a seguito delle nuove formulazioni di levotiroxina di un noto brand commerciale, particolarmente cogenti in questo periodo di piena pandemia COVID19.

Razionale

L’ipotiroidismo è una malattia molto frequente nel mondo occidentale con una prevalenza della forma primaria del 3,5/100 circa nelle donne e dello 0,6/100 circa nei maschi.
Un Medico di Medicina Generale con 1000 assistiti può avere in carico 40-50 pazienti con ipotiroidismo variamente causato.
Per questa patologia il MMG riveste un ruolo prioritario sia nella diagnosi, oltre che nel follow-up e nella gestione terapeutica, con occasionale shared management.
La levotiroxina è la terapia di elezione per il trattamento dell’ipotiroidismo. La levotiroxina (dati Osmed 2019) è il 7° principio attivo più prescritto (per DDD/1000 abitanti die) a livello territoriale.
La terapia dell’ipotiroidismo con levotiroxina è relativamente semplice da gestire, ma ciò non esenta il terapeuta dall’obbligo di monitorare sistematicamente gli effetti del farmaco e di fare speciale attenzione alla corretta modalità di assunzione, per favorire una sua ottimale farmacocinetica e farmacodinamica.
Inoltre, il paziente deve essere monitorato periodicamente con controlli clinici al fine di modificare il dosaggio della levotiroxina in base alla situazione e alle esigenze individuali.
La titolazione del farmaco è particolarmente importante in alcuni contesti clinici come per esempio pazienti affetti da tumori della tiroide, pazienti anziani o con patologie cardiovascolari, donne in gravidanza, pazienti con ipotiroidismo centrale.
Per la levotiroxina inoltre sono cogenti vari problemi relativi all’assorbimento del farmaco (cibo, patologie gastriche, patologie intestinali, ecc.). La possibilità di interferenza va considerata molto frequentemente, e questo rappresenta un aspetto di pertinenza del MMG.
È stata approvata e sarà commercializzata da maggio 2021 una nuova formulazione di un noto brand a base di levotiroxina, con una modifica della composizione quali-quantitativa degli eccipienti per tutti i dosaggi.
Per tale motivo è anche necessario fornire ai MMG chiari consigli operativi circa la gestione dei pazienti durante il passaggio alla “nuova” formulazione considerato lo stretto range terapeutico della levotiroxina, specialmente in quelle categorie di pazienti per le quali anche piccole variazioni del dosaggio di levotiroxina possono avere conseguenze cliniche significative.
Un’attività formativa sul monitoraggio della terapia sostitutiva dei pazienti con ipotiroidismo ivi compresa con particolare attenzione al momento in cui si verificherà il passaggio alle nuove formulazioni del farmaco, è particolarmente importante in questo periodo di pandemia COVID19 in cui è alto il rischio che il paziente sia meno aderente ai controlli e al follow-up della malattia.